La Cantina

SPORCARSI LE MANI

Durante la vinificazione non usiamo lieviti o enzimi impropri: soltanto indigeni. La fermentazione avviene in tini di legno da 60 quintali con follature manuali, senza controllo della temperatura. A fine fermentazione avviene lo svinamento ed ha inizio l’affinamento in barriques di rovere francese per proseguire in botti di legno da 2000 e 3000 Lt.


DARE VITA AI VINI

Dopo la vigna arriva la cantina. È qui che la visione di Michele si manifesta in tutta la sua generosità, nel rapporto col vino che sta maturando nelle botti e in bottiglia. È qui, con semplicità, che Michele compie i gesti naturali che danno sapore alla sua vita, e danno vita ai suoi vini.