Ho un carattere difficile,
come queste viti.


Valentino Moschioni nei vigneti di famiglia.


Loro sono accomunati da una sola visione: “zero compromessi”.

La ricerca della qualità Moschioni passa anche attraverso due donne. Il progetto di ogni giorno è quello di un vino migliore. Sappiamo cos’è l’ironia, a volte siamo caustici e corrosivi, ma cerchiamo di guardare lontano. I preziosi riconoscimenti internazionali sono “il premio alla fatica”: la dimostrazione che “bisogna darci dentro”. Questa è prima di tutto una famiglia. Tosta e unita sì, ma con i piedi per terra”.

Sabrina e Alessia in sala degustazione

Mio padre fa quello che dice, e dice quello che pensa. Dice che la famiglia è la sua coscienza critica. Concordo. Sabrina, mia sorella Alessia e io non siamo certamente persone facili, ma perché dovremmo esserlo? C’è un dna che ci accomuna. Il dna è come questo sogno condiviso che ci spinge a dare, a darci, chi alla terra, chi alla cantina, chi alla gestione. Cerchi ogni giorno di tirare fuori il meglio di te: questa terra ci dà tanto.