La Cantina

SPORCARSI LE MANI

Durante la vinificazione non usiamo lieviti o enzimi impropri: soltanto indigeni. La fermentazione avviene in tini di legno da 60 quintali con follature manuali, senza controllo della temperatura. A fine fermentazione avviene lo svinamento ed ha inizio l’affinamento in barriques di rovere francese per 13 mesi. Al termine del periodo di affinamento il vino viene assemblato in botti di legno grandi e vi rimane ancora per un intero anno. Segue l’imbottigliamento senza alcuna filtrazione ed il riposo in bottiglia per ulteriori 6-8 mesi.


DARE VITA AI VINI

Dopo la vigna arriva la cantina. È qui che la visione di Michele si manifesta in tutta la sua generosità, nel rapporto col vino che sta maturando nelle botti e in bottiglia. È qui, con semplicità, che Michele compie i gesti naturali che danno sapore alla sua vita, e danno vita ai suoi vini.